• Taille du texte
  • Contraste
  • 03.05.2018
  • 0

Invecchiare bene a casa: essere al fianco dei nostri clienti senior

Invecchiare bene a casa: essere al fianco dei nostri clienti senior

Il gruppo Crédit Agricole conta più di 3 milioni di clienti di almeno 70 anni che, talvolta, vivono soli, in una casa spesso non adeguata. Come il 90% dei Francesi, questi cittadini senior desiderano continuare a vivere a casa loro il più a lungo possibile. Tuttavia, è indispensabile anticipare e preparare tali momenti prima di far fronte a imprevisti. Il progetto “Invecchiare bene a casa” (Bien vieillir à domicile, BVAD) di Crédit Agricole punta a essere presente presso tali cittadini senior fragili ma indipendenti.

 

La tematica “Salute e invecchiare bene” è stata individuata, dall’epoca del Progetto di Gruppo 2010, come un ambito di eccellenza per il Gruppo, con vere sfide di PIL. Le prime riflessioni sono state portate a Crédit Agricole S.A. da Olivier Néel, all’epoca responsabile dell’Ambito di eccellenza “Salute e invecchiare bene” presso Agricole S.A., e da Sophie Gambiez, Direttrice di Viavita*. Il tema è stato confermato successivamente nel Piano a medio termine “Ambizione strategica 2020”, con il sostegno della FNCA e delle Casse regionali, come uno stimolo per la crescita del Gruppo. Crédit Agricole Assurances, attraverso il suo Direttore generale Frédéric Thomas, ne è responsabile per tutto il gruppo Crédit Agricole.
 
*Controllata per i servizi alla persona di Crédit Agricole Assurances

400x300-2018-04-17_famille-sante_BVAD-3

 

 

La creazione di sinergie di un grande Gruppo di bancassicurazione
L’approccio del progetto BVAD rientra totalmente nelle ambizioni dei “Momenti che contano” del Progetto Cliente. Completamente innovativo, si basa sull’espressione delle esigenze dei nostri clienti in quattro ambiti: il legame sociale, la loro quotidianità, il loro alloggio e le loro risorse. 
Con l’ausilio di un’app dedicata, sviluppata su tablet, il consulente conduce un questionario che consentirà di stabilire una diagnosi della situazione del suo cliente e a quest’ultimo di identificare i propri progetti e preoccupazioni. Basandosi su tali elementi, il consulente potrà proporre le pertinenti soluzioni presenti nei vari universi di Crédit Agricole: assicurazione/previdenza, protezione dell’abitazione, adattamento dell’abitazione al fine di prevenire i rischi di cadute, servizi a domicilio, assistenza nelle procedure amministrative, il tutto munito infine dell’adeguata consulenza finanziaria.

Sarà allora tutta la forza del nostro modello di bancassicurazione, in quanto Banca Universale di Prossimità (BUP), che il consulente metterà al servizio del suo cliente, attraverso varie società del Gruppo Crédit Agricole.

400x300-2018-04-17_famille-sante_BVAD-2

 

Attività e società del Gruppo al servizio del progetto BVAD

  • Épargne et crédit : Caisses régionales et LCL
  • Risparmio e credito: Casse regionali e LCL
  • Assicurazione e previdenza: Predica e Pacifica
  • Protezione dell’abitazione e della persona: Nexecur
  • Lavori di ristrutturazione dell’abitazione: Viaren
  • Servizi a domicilio: Viavita

Il progetto è di recente entrato nella sua fase pilota con tre Casse regionali: Champagne-Bourgogne, Centre France e Franche-Comté. Tale fase pilota si prefigge di testare tutto il dispositivo e l'approccio, al fine di trarne successivamente un bilancio e delle previsioni nella prospettiva di una distribuzione a livello nazionale.

A metà periodo, i primi risultati sono particolarmente incoraggianti, in termini di ottimo tasso di appuntamenti presi presso il target o di ricettività molto positiva da parte del cliente nei confronti di tale approccio, originale sia nella forma che nell'argomento trattato. Tutto questo è peraltro corroborato dal volume e dalla varietà di prodotti sottoscritti.

Video di Olivier Néel, incaricato di missione presso Frédéric Thomas, al fine di coordinare progetti trasversali nell’ambito della Salute e dell’Invecchiare bene, e di Sophie Gambiez, Direttrice di Viavita, responsabile del coordinamento del progetto BVAD.

Il gruppo Crédit Agricole conta più di 3 milioni di clienti di almeno 70 anni che, talvolta, vivono soli, in una casa spesso non adeguata. Come il 90% dei Francesi, questi cittadini senior desiderano continuare a vivere a casa loro il più a lungo possibile. Tuttavia, è indispensabile anticipare e preparare tali momenti prima di far fronte a imprevisti. Il progetto “Invecchiare bene a casa” (Bien vieillir à domicile, BVAD) di Crédit Agricole punta a essere presente presso tali cittadini senior fragili ma indipendenti.