• Text Size
  • Contrast

L'impegno del Gruppo per un'economia a basse emissioni di carbonio

La strategia Climate Change del Gruppo prevede in particolare la riallocazione progressiva di prestiti, investimenti e attivi in gestione, in linea con l’accordo di Parigi.

Conformemente all’impegno di trasparenza assunto, Crédit Agricole pubblica per la prima volta, nella sua relazione di bilancio annuale, l’esposizione al settore del carbone all’interno del portafoglio di grandi clienti corporate di CACIB e Amundi.

Analisi dell’andamento dell’esposizione degli impieghi della linea di business projet financing di Crédit Agricole CIB.

 

- 28%: Rappresenta la diminuzione degli impieghi nel bilancio di CACIB con esposizione al carbone tra il 2019 e il 2018

+ 10%: Rappresenta l’aumento degli impieghi nel bilancio di CACIB con esposizione agli attivi green tra il 2019 e il 2018

 

Come annunciato nel Progetto di Gruppo, l’esposizione di CACIB al settore carbonifero scende in modo consistente, con impieghi passati da 609 mln € a 474 mln € in un anno. Contemporaneamente gli impieghi a bilancio in attivi green hanno registrato un aumento significativo con finanziamenti pari a 7.232 mln € nel 2019 rispetto ai 6.087 mln € del 2018.

L’esposizione al carbone comprende sia i finanziamenti diretti di investimenti e attivi nel settore carbonifero, sia l’esposizione indiretta calcolata in base al fatturato dei clienti di CACIB proveniente dal carbone. Per rendere il confronto omogeneo, lo stesso metodo è stato impiegato per calcolare l’esposizione, sia diretta sia indiretta, agli attivi green.
Al 31 dicembre, quasi la metà del portafoglio green di CACIB era in Francia (47%) mentre l’altra metà era ripartita tra il resto dell’Europa (27%), il continente americano (15%) e l’Asia (10%).

L’energia rinnovabile è la categoria più rappresentata all’interno del portafoglio green (55%), seguita dal settore immobiliare green (21%), dai trasporti puliti (11%), dalla gestione dell’acqua e dei rifiuti (4%) e dall’efficienza energetica (9%).

 

  

CACIB ha come obiettivo di raddoppiare la dimensione del portafoglio di green loan entro il 2022, portandolo a 13 mld €. Alla fine del 2019, gli impieghi del portafoglio green erano pari a 7,1 mld €.

Ricordiamo che la strategia Climate Change del Gruppo prevede l’uscita totale dal carbone termico entro il 2030 per i paesi UE o OCSE e nel 2040 per il resto del mondo.

Oltre alla sua attività di projet financing, CACIB contribuisce al finanziamento del contrasto al climate change e della transizione ecologica attraverso la sua attività di arranger di emissioni di green bond orientando i capitali dei mercati obbligazionari verso i progetti a valenza ambientale. Nel 2019, per i suoi grandi clienti, la banca ha svolto il ruolo di arranger in emissioni di green bond e obbligazioni Esg per complessivi 64,4 mld €.  

 

Per saperne di più, consultare the Group’s climate strategy e annual financial report.

Follow info