• Text Size
  • Contrast

Nuovo accordo di settore sull’occupazione dei lavoratori disabili e la solidarietà nelle Casse regionali

 Sulla scia del Progetto persone del Gruppo, i negoziati sul 4° accordo di settore in materia di occupazione dei lavoratori disabili di Crédit Agricole hanno portato alla fissazione di obiettivi pertinenti e hanno offerto l’occasione per affrontare la questione più generale della “solidarietà”.

 

I nuovi obiettivi riguardanti i lavoratori disabili per il periodo 2020-2022 sono i seguenti:

- assunzione di 450 dipendenti disabili, di cui almeno 200 con contratto a tempo indeterminato, tenendo conto dei contratti a tempo determinato di almeno 6 mesi;

- stabile integrazione dei dipendenti disabili, garantendo loro l’accesso ai dispositivi di gestione delle risorse umane, di formazione professionale e di evoluzione della carriera esistenti, tenendo conto delle situazioni individuali;

- aiuto al mantenimento del posto di lavoro dei dipendenti disabili;

- aumento del fatturato riconducibile al settore delle categorie protette.

 L’accordo di settore impone inoltre la realizzazione di un’analisi diagnostica locale a livello di aziende, condivisa con i rappresentanti del personale.

  

Il secondo capitolo permette alle imprese del settore di disporre di orientamenti precisi in grado di incentivare l’adozione di dispositivi di solidarietà.

 

Questi dispositivi sono incentrati su 3 tematiche:

i dipendenti caregiver

o permessi per l’assistenza ai familiari

o donazione di giorni di permesso

o dispositivi vari di comunicazione e sensibilizzazione finalizzati ad accompagnare e informare i dipendenti cargiver e a tenere in maggior conto la loro situazione

la microdonazione salariale

L’accordo di settore impone un’integrazione delle donazioni raccolte dal momento in cui l’azienda ha optato per l’introduzione della microdonazione salariale. Le associazioni beneficiarie vengono scelte a livello locale nel contesto del dialogo tra le parti sociali.

la carta degli 11 impegni “Cancro e lavoro

L’accordo impegna la FNCA, in quanto organizzazione professionale padronale, alla sottoscrizione della carta e all’attuazione degli 11 impegni in tutte le aziende interessate. Gli impegni riguardano l’accompagnamento al rientro e al mantenimento del posto di lavoro in seguito a malattia tumorale, la sensibilizzazione degli operatori (RU/manager) e la prevenzione in materia di salute sul luogo di lavoro o salute pubblica.

Questi dispositivi sono peraltro finalizzati a rafforzare l’impronta delle Casse regionali come operatori sociali nei rispettivi territori, sia rispetto ai loro dipendenti sia rispetto al tessuto sociale e associativo locale.

Follow info