• Text Size
  • Contrast

Alla scoperta della Fondazione Grameen Crédit Agricole

Nel 2018 la Fondazione Grameen Crédit Agricole ha festeggiato il suo 10° anniversario. Creata da Crédit Agricole e del Professor Yunus, vincitore del premio Nobel per la pace, la Fondazione si prefigge di contribuire alla lotta contro la povertà tramite la promozione dell’imprenditoria a impatto sociale e l’inclusione finanziaria. Dalla sua creazione sono stati concessi oltre 200 milioni di euro di finanziamenti a più di 100 partner (istituti di microfinanza che concedono a loro volta microcrediti alle popolazioni escluse dal sistema bancario tradizionale e imprese sociali che intervengono a favore delle persone con redditi bassi) operanti in 38 paesi.

Al 31 dicembre 2018, la Fondazione registra 81 milioni di euro di impegni, di cui 75,7 milioni in finanziamenti a istituiti di microfinanza e 4,5 milioni in investimenti a società ad impatto sociale. I paesi dell’Africa subsahariana rappresentano il 37% di tali impegni. Tra i propri obiettivi la Fondazione privilegia l’imprenditoria femminile e le economie rurali tramite le istituzioni sostenute: il 75% dei beneficiari del microcredito sono donne e il 79% vivono in zone rurali.

Scoprite il video dei 10 anni della Fondazione 

La Fondazione in cifre

infographie_10ansgrameen_EN

 

Collaborazioni forti con il gruppo Crédit Agricole

Nel 2018 sono stati lanciati diversi progetti in collaborazione con le società e le Casse regionali del gruppo Crédit Agricole. In collaborazione con CA Indosuez Wealth Management) e CACEIS Bank, Luxembourg Branch, la Fondazione ha lanciato nel 2018 il fondo di Finanza Inclusiva in ambiente Rurale (FIR), un veicolo di investimento a impatto sociale che consente alle società del gruppo Crédit Agricole di effettuare investimenti a sostegno della microfinanza. Il FIR, per il quale la Fondazione ha un incarico di consulenza esclusivo, concede finanziamenti a istituzioni di microfinanza in ambiente rurale. Tramite le prime due raccolte di fondi, avvenute a settembre e dicembre 2018, sono state confermate le partecipazioni di 15 Casse regionali di Crédit Agricole, Amundi e Crédit Agricole Assurances per un importo aggiuntivo di circa 8 milioni di euro.

In collaborazione con le società del gruppo Crédit Agricole, la Fondazione ha istituito un programma di volontariato delle competenze denominato “Bancari solidali” che consente di proporre incarichi di assistenza tecnica a collaboratori del gruppo per conto dei partner della Fondazione. Nel 2018 sono state realizzate tre missioni: in Burkina Faso, in Senegal e in Cambogia. Sono inoltre in preparazione tre nuove missioni il cui lancio è previsto per il primo semestre 2019 in Marocco, Kazakistan e ad Haiti.

Il 2018 è stato inoltre l’anno di preparazione del piano strategico della Fondazione 2019-2023. Al centro delle azioni della Fondazione per il prossimo anno ci saranno il rafforzamento dell’offerta alle istituzioni di microfinanza nonché lo sviluppo delle economie rurali e di accordi di collaborazione con il gruppo Crédit Agricole.

Follow info