• Text Size
  • Contrast

Il calendario lunare scandisce il taglio della legna

Il nostro satellite più famoso non influisce solo sulle maree, sui giardini, sui comportamenti, ma anche... sul legname che il boscaiolo deve tagliare. È infatti primordiale prendere in considerazione i ritmi lunari prima di abbattere un albero, in base all’essenza del legno e all’uso a cui è destinato: costruzione, riscaldamento o artigianato artistico, le qualità richieste non sono le stesse. Si tratta di un sapere ancestrale, dimostrato dalla qualità di antiche strutture in legno rimaste in perfetto stato nonostante risalgano a diversi secoli fa, ma che sta per essere definitivamente dimenticato dall’industria moderna. 

Eppure sono molte le opere che vi fanno riferimento, come ricorda un libro intitolato "Aux origines des plantes (Alle origini delle piante)", pubblicato da Fayard, (capitolo 13 "Le piante e la luna: tradizioni e fenomeni"): "Quando si consultano opere che si riferiscono a usanze popolari e alle regole contadine, che si tratti di testimonianze di autori antichi o che si discuta della loro esperienza empirica con giardinieri, contadini, boscaioli o artigiani che lavorano il legno, sono due le constatazioni che emergono:

- queste fonti e queste persone evocano sistematicamente, oltre al ritmo delle stagioni, che è di natura solare dal punto di vista geocentrico, i cicli lunari come un fattore che influisce sulla crescita, sulle strutture, sulle proprietà e persino su alcune qualità delle piante

- le dichiarazioni in merito sono spesso concordi nonostante i loro autori si trovino distanti geograficamente
Pertanto, le regole generali riguardanti il taglio degli alberi citano tutte l'importanza del fattore lunare, nell’arco alpino come in Medio Oriente, in India come nello Sri Lanka, in Brasile ma anche nella Guiana, in Corea o in Finlandia. Tutte queste tradizioni sembrano fondate su osservazioni simili: il periodo della luna nuova (o luna calante) è, ad esempio, considerato come il più favorevole al taglio degli alberi per ottenere un legno da costruzione durevole, resistente agli insetti e ai funghi.
In alcune regione dell’Europa centrale, il legno è stato utilizzato per molto tempo per costruire camini. Anche per questo utilizzo esistono regole che consigliano l’abbattimento secondo le fasi lunari per avere legno difficilmente infiammabile. La data di abbattimento in funzione della Luna costituisce uno dei segreti persino nella più prestigiosa forma di utilizzo di questo materiale ossia come “legno di risonanza” per la fabbricazione di violini, chitarre o pianoforti: l’arte liutaia.

I fautori della biodinamica, la cui filosofia riecheggia queste conoscenze antiche, non sono senza dubbio degli ecologisti radical chic come alcuni detrattori amano descriverli.

Follow info